ELIANA SPEZIALE.  È stata la prima fisioterapista equina in Italia ed è certa che non sarà l’ultima! Vive con i cavalli e si occupa di loro da quando era bambina. Esercita la sua professione di fisioterapista equina, collaborando con i veterinari e altri esperti del settore, nel proprio Centro Equiter di Riabilitazione del Cavallo, alle porte di Pisa. E’ stata anche un’ amazzone appassionata, prima di completo e poi di concorso ippico, in Italia e all’estero . Dopo anni di lavoro, studi e ricerche ha creato il suo Metodo Equiter ® di fisioterapia del cavallo. Ha partecipato a diversi Seminari Internazionali di Fisioterapia del cavallo, dove ha potuto aggiornare e approfondire le proprie conoscenze anche confrontandosi e collaborando con colleghi stranieri. Si è occupata e si occupa delle problematiche motorie e del benessere di tutte le tipologie di cavallo sportivo, e trasmette queste sue conoscenze ed esperienze nei suoi corsi di formazione per Massaggiatori Sportivi e Terapisti Equiter. Ha inoltre collaborato all’ organizzazione di eventi di caratura internazionale come, tra gli altri, i WEG del 1998 a Roma, i Campionati Europei di salto ostacoli del 2005 a San Patrignano, i CSI 5 stelle Challenge di Vincenzo Muccioli a San Patrignano ed alcune tappe di Coppa del Mondo a Verona. Proprio l’esperienza in questo settore organizzativo, le ha fornito l’idea di creare un Team Equiter di massaggiatori sportivi, che accompagna e supporta gli atleti equini durante le loro fatiche agonistiche, nel corso dell’evento cui partecipano.

Eliana ha trovato in questa attività da una parte la risposta alle proprie esigenze personali “di fare qualcosa ‘per’ i cavalli e non solo ‘con’ i cavalli e dall’altra la maniera di risolvere tanti problemi dei suoi beniamini con l’ausilio di una terapia non-invasiva. La passione per questi animali l’ha convinta a lasciarsi alle spalle sia la carriera forense (si è laureata in giurisprudenza a Bologna) sia l’attività come consulente d’azienda. Ha vissuto a lungo all’estero e proprio nel corso dei suoi frequenti viaggi ha avuto modo di studiare le più moderne tecniche di “manipolazione terapeutica” fino a creare il proprio sistema: la Terapia Equiter®. In America, da più di 60 anni e anche in molti altri paesi europei come Inghilterra, Francia, Svezia, Germania, Olanda e Belgio da almeno 40 anni, per la cura e la prevenzione di problemi legati al movimento, alla postura e quindi, in definitiva all’apparato muscolo scheletrico del cavallo, si fa ricorso alla fisioterapia Anche molti cavalieri – come Jerry Smith, Ludger Beerbaum, Juan Carlos Garcia, Natale Chiaudani, Gianni Govoni, Franke Slootak, Roberto Arioldi, Arnaldo Bologni, Filippo Moyerson, Andrea Riffeser, Nina Fagestrom, il compianto Guido Dominici e molti altri, e veterinari – tra i quali Milo Luxardo, Andrea Miliani , Sergio Orsi, Duccio Pellegrini , Massimo Bedetti, Ugo Carozzo, Corinna Magelli, Marina Longinotti, Beppe Incastrone, Alberto Magi e molti altri ,l’hanno supportata in questa professione in cui la collaborazione con gli addetti ai lavori, tra cui anche maniscalchi, dentisti, trainer e proprietari, è fondamentale. Eliana ha in cura cavalli famosi e non, di tutte le discipline equestri e svolge la sua attività nel solo nel suo centro di fisioterapia e riabilitazione a San Giuliano Terme alle porte di Pisa, ma anche su tutto il territorio, grazie ai suoi allievi massaggiatori sportivi Equiter e fisioterapisti Equiter, operanti nel nostro paese dopo aver ottenuto la certificazione Equiter. Il Metodo Equiter ® , nel corso degli anni, è stato applicato per la cura di cavalli “famosi”; primo fra tutti, e caso davvero eclatante, il diciassettenne Dugano, uno dei cavalli di punta di Filippo Moyersoen, che presentò gravi segni di affaticamento e carenza di prestazione durante il Challange di San Patrignano nel 1997 e che stava quasi per convincere il suo cavaliere a ritirarlo dalle competizioni . Dopo due soli trattamenti il cavallo riprese appieno la forma e andò sul podio. Inoltre, sono stati trattati con il Metodo Equiter ® i cavalli della squadra nazionale di volteggio durante i Mondiali.

Un altro esempio è rappresentato dal caso di Friso il cavallo di Guido Dominici, 11° classificato e miglior piazzamento italiano in concorso ippico ai Weg ’98,e non si può dimenticare la fantastica Las Vegas di Gianni Govoni e molti altri cavalieri di rilievo internazionale come Nina Fagestrom eJerry Smith ad esempio,hanno apprezzato la professionalità di Eliana Speziale,riscontrando cambiamenti sostanziali nella prestazione agonistica del loro cavallo. Il “Metodo Equiter ® è stato applicato, con ottimi risultati, in tutte le discipline equestri, non solo nel salto ostacoli ma anche dressage, completo ed attacchi. Per quanto riguarda l’ambito del “trotto” in molti hanno avuto modo di avvalersi del Metodo Equiter ®, ne sono un esempio: Marino Lovera, Fabio Menegatti, Gaetano Carro, Battista Congiu, Joseffa Pastorelli, Giovanni Rubino e altri. Per quanto riguarda il “galoppo”, invece: Maurizio Sona e Joseffa Pastorelli, Mill Borromeo vincitore poi del Derby 2005 a Pisa con il cavallo De Sica, Frank Sheridan vincitore di importanti corse di gruppo 1 e gruppo 3 con i cavalli Baila Salsa e Crucial e Icelandic. E non bisogna dimenticare la collaborazione con Francesca Turri ,che affidò al Metodo Equiter ® la soluzione di gravissime problematiche neurologiche di alcuni puledri purosangue, che non riuscivano più neanche a camminare normalmente e la cui unica alternativa era di essere soppressi; sono tutti tornati in pista ed anche molto competitivi, regalando ottimi risultati alla loro allenatrice. E non è possibile non citare la scuderia Botti che, sia in Italia che in Francia, si è avvalsa dell’esperienza di Equiter. Anche nel settore della Monta Western sono stati in molti a richiedere l’intervento di Eliana Speziale per i propri cavalli, ad esempio: Sibyl von der Schulenburg, Francesca Fasani, Pierre Ouellet, i Fano’s , l’Ongaresca e tanti altri ancora. Dei molteplici impegni di Eliana Speziale fa parte anche la partecipazione all’organizzazione di concorsi ippici internazionali, come il Challenge di San Patrignano .
Da diversi anni, presso il “Centro di Fisioterapia e Riabilitazione Equina Equiter ®” di San Martino Ulmiano (PI) si tengono corsi volti a formare specialisti della “massoterapia Equina” che prevedono l’apprendimento pratico e teorico delle tecniche di manipolazione muscolare Equiter e lo studio di materie come anatomia, fisiologia, biomeccanica e molte altre indispensabili per svolgere l’attività di terapista per equini, come stretching ed esercizi di riabilitazione,ma anche gestione del cavallo, tecniche di allenamento e nozioni di alimentazione. La manipolazione muscolare aiuta i cavalli in agonismo a risolvere problemi di rigidità di qualsiasi genere, di andatura e caratteriali aiutandoli ad utilizzare al meglio il proprio potenziale. E’ stato dimostrato che il 90% delle problematiche fisiche del cavallo sono costituite da problemi muscolari; per questo motivo la terapia manuale negli animali può essere di grande giovamento, così come avviene per gli esseri umani.

La metodica Equiter prevede l’attuazione NON invasiva di tecniche di terapia miofasciale, massoterapia e digitopressione che hanno lo scopo di allungare i tessuti connettivi, risolvere spasmi e contratture muscolari, restaurare l’elasticità di tendini e legamenti e liberare il fisico del cavallo dalle tossine accumulate, favorendo la libertà e pienezza di movimento delle articolazioni, e dando anche impulsi positivi agli schemi neurologici del cavallo.

Il Metodo Equiter, inoltre, si avvale di tecniche di mobilizzazione attiva e passiva ed esercizi di restaurazione propriocettiva, ed è inoltre molto utile per il recupero fisico del cavallo in caso di traumi dovuti ad incidenti o dopo interventi chirurgici. E’ importante sottolineare che la manipolazione Equiter non ha la pretesa di sostituirsi in alcun modo alle cure mediche veterinarie applicate, tantomeno ha la pretesa di rappresentare un trattamento terapeutico in senso stretto; si offre, invece, in affiancamento degli stessi con l’obiettivo di potenziarne gli effetti, come ampliamento terapeutico al servizio della medicina veterinaria, al fine di promuovere nel paziente la miglior qualità di vita possibile secondo quanto la sua condizione consente. Il “Centro Equiter ®” è, inoltre, sede di ricerca nel settore della massoterapia e, in generale, della riabilitazione equina, avvalendosi anche dell’Aquajogging, treadmill in vasca d’acqua con aggiunta di ossigeno ed ozono. Eliana è, da anni, autrice di numerosi articoli pubblicati su autorevoli riveste del settore equestre quali “Cavallo Magazine”, “Il mio cavallo”, ecc.; inoltre, al metodo “Equiter”, che suscita un interesse sempre crescente tra esperti ed appassionati dei settori veterinario, equestre ed ippico, sono stati dedicati diversi servizi televisivi su tv nazionali. Ultimamente, inoltre, Eliana Speziale, ha istituito il Team Equiter. Un team di massaggiatori sportivi secondo il metodo da lei creato, che segue gli atleti equini nel corso di importanti eventi agonistici, per consentirgli di svolgere il loro lavoro di atleti , in modo non solo spettacolare per chi li osservi, ma anche meno faticoso e pesante per loro che lo svolgono. La manipolazione muscolare aiuta i cavalli in agonismo a risolvere i problemi di rigidità di qualsiasi genere, di andatura e caratteriali aiutandoli ad utilizzare al meglio il proprio potenziale. E’ inoltre utile per il recupero fisico del cavallo in caso di traumi dovuti ad incidenti o dopo interventi chirurgici.